Yeti Natural Selection in Jackson Hole, Wi.

E’ inizato lo Yeti Natural Selection a Jackson Hole in Wioming, dove proprio Travis Rice è nato e cresciuto… Dire che gioca in casa è un’ eufemismo, ma questo luogo ha riservato una partenza degna di una località di questo livello, con molta neve fresca con tratti di croste ghiacciate… l’ evento che si tiene nella finestra tra il 24 ed il 31 gennaio ospita una selezione dei migliori atleti del panorama a stelle e strisce che si sfideranno in una gara “backcountry”… Progettata infatti per imitare le caratteristiche che si trovano nel backcountry, la Natural Selection Build Crew migliora l’area conosciuta come Moran Face in preparazione all’evento. A differenza della maggior parte dei luoghi di freestyle, il percorso di Natural Selection non è accessibile con il gatto delle nevi, quindi una quantità quasi inimmaginabile di forza umana contribuisce a dare vita alla visione di Travis Rice.

Per fare un salto su questo percorso non possono semplicemente scavare una buca e fare un mucchio di neve. Se così fosse, il luogo sarebbe disseminato di enormi crateri. Invece, la squadra in basso cammina su e giù per il pendio spingendo gradualmente la neve nell’area del salto. Lo chiamano “farming snow” ossia “arare la neve” per tradurlo in maniera comprensibile, ed è un lavoro estremamente estenuante, a volte spostano la neve da 50 metri di distanza per garantire che la pendenza generale della pista rimanga regolare.

In un contesto così il team LibTech ha già dato prova di sè, con Travis Rice ovviamente e poi con Austen Sweetin e Chris Rasman e hanno dato tutti dentro con runs fluide e tecnicamente sorprendenti. Rasman e Austen sono stati tagliati fuori per poco nei loro testa a testa ma Travis ha vinto il suo con una terza run che ha rotto il pareggio. Giovedì o venerdì saranno il prossimo giorno di gara a seconda delle condizioni meteo.